lunedì 10 aprile 2017

Le nonne (9-)

Conoscere uno scrittore attraverso un suo libro, anziché da una biografia, è l'essenza della lettura. Dopo l'entusiasmo incontrato tra le pagine, si cerca di capire chi colui che è stato capace di utilizzare in modo magistrale le parole. Così è stato per me leggendo Le nonne. Dovrei vergognarmi un po' di non aver conosciuto prima Doris Lessing, Premio Nobel per la Letteratura 2007. Ma l'entusiasmo per questo libro annulla tutti gli altri sentimenti. 
Le nonne è formato da tre racconti. Il primo parla di due amiche che passano la vita sempre vicine, crescendo insieme due figli inseparabili che pagheranno indirettamente (e in modo del tutto particolare) questa amicizia (se volete godervi il racconto, non cercate troppo per la rete le recensioni perché spesso svelano il finale). Il secondo racconta le vicende di una bambina prima, e donna poi, di colore nell'Inghilterra tra gli anni Ottanta e Novanta. Per ultimo, le vicende di un soldato di una flotta marina inglese nella Seconda Guerra mondiale che incontra l'amore senza poterlo davvero conservare pur avendo generato un figlio. 
Vi sembrano indizi insufficienti quelli che vi ho dato? Sì, lo sono. Le trame, in tutti e tre i racconti, si dipanano per un'intera vita e sono articolate, inaspettate, sorprendenti. E togliervi la sorpresa sarebbe un grave danno per la vostra lettura. Sappiate che a tratti la scrittrice si dilunga in descrizioni davvero ben scritte, ma che possono risultare un po' noiosi. Tenete duro, è l'unico punto debole. Ma il finale vi premierà.

Consigliato a quanti amano i romanzi psicologici, le short story e i libri di grandi autori.

Nessun commento:

Posta un commento