sabato 20 giugno 2015

Pillola letteraria: follia e disperazione

La poltrona di Richard è la poltrona di una persona folle: o, meglio, è la poltrona di qualcuno che, se non è davvero folle, ha lasciato che le cose gli scivolassero di mano, è andato così oltre nell'abbandono dei normali gesti di cura personale - semplice igiene, nutrizione regolare - che la differenza fra la follia e la disperazione è difficile da tracciare.

Tratto da
Le ore di Michael Cunningham

Nessun commento:

Posta un commento