lunedì 19 gennaio 2015

Pollo alle prugne (7)




Quando Cristina mi ha regalato "Pollo alle prugne" di Marjane Satrapi, ero perplesso. Non si trattava di un libro normale, ma di una graphic novel. Per questa mia perplessità sono stato nvitato a leggerlo con sguardo libero da preconcetti. La graphic novel non è un fumetto e il messaggio che trasmette è profondo e, in questo caso, contiene un codice culturale particolare, dato che si tratta di una storia iraniana che contiene riferimenti storici specifici. La storia è quella di un uomo che ha deciso di lasciarsi morire, apparentemente per un motivo futile, in realtà nella storia c'è molto di più. Da questo libro è stato tratto anche un film.
Dal punto di vista della Biblioterapia, credo sia uno strumento interessante, soprattutto se saprò cercarne altri, di adatti a specifiche tematiche: uno strumento in più da mettere nella mia cassetta degli attrezzi.

Nessun commento:

Posta un commento