domenica 23 novembre 2014

L'intoccabile. Matteo Renzi, la vera storia (7)




Parliamo di libri-inchiesta. Oggi sono più che mai necessari visto che, salvo poche eccezioni, il giornalismo che si occupa di inchieste di lungo respiro scarseggia. Vince la notizia fresca, immediata, che nel giro di poche ore diventa vecchia, inutile. In questa ottica è inevitabile che il seguire nel tempo gli avvenimenti appaia inutile. In realtà non è inutile, ma è poco spendibile sui giornali, ormai solo sfogliati, adocchiati. Per supplire a questo, ci vengono in soccorso i libri, dove c'è lo spazio, e quindi il tempo, per l'approfondimento e la riflessione. Peccato che la risonanza, e quindi la considerazione, sia infinitamente minore rispetto ai quotidiani, ai settimanali e ancor di meno al giornalismo televisivo. Ho letto "L'intoccabile. Matteo Renzi, la vera storia" di Davide Vecchi, interessante reportage sul personaggio più importante della politica coeva. Il testo è accompagnato da un'appendice composta di documenti e riferimenti precisi, così come sono pertinenti i quesiti posti, ma irrisolti, che il giornalista propone.
È chiaro che questo libro contesta la figura del nostro primo ministro, ma ne sono stati scritti anche di avviso contrario. La cosa migliore sarebbe leggerne di entrambi i tipi per chiarirci le idee e crearci una coscienza politica più consapevole. Personalmente ho trovato utili alcuni prodotti della casa editrice "Chiarelettere" come punto di partenza, che consiglio ai lettori che vogliono avviarsi su questo percorso di lettura. Infatti ho l'impressione che questa casa editrice chieda, ai diversi autori, di scrivere seguendo uno schema preciso, qualsiasi sia l'argomento, in cui prevalga la chiarezza, la leggibilità a ogni livello (seppure le sequenze di fatti riportati non siano sempre semplici da seguire) e la precisione. Ovviamente è solo un consiglio dettato dall'esperienza personale: per iniziare a leggere, qualsiasi punto di partenza è quello giusto.

Nessun commento:

Posta un commento