sabato 11 ottobre 2014

Street books: la biblioteca mobile per i senza tetto




Chi pensa che tutti i senza fissa dimora siano dei poveretti ignoranti non conosce bene la realtà. Per chi vuole capire un po' di più c'è una biografia molto semplice e accattivante (tra le molte): "Io sono nessuno" di Wainer Molteni. Qualcuno, invece, ha ben chiara la situazione, e si è attivato con una bici e un carrello pieno di libri da portare nelle strade del Portland, in Oregon (USA). Non si tratta di un prestito vincolato, ma di un atto di fiducia in cui si scommette sul più alto numero possibile di restituzioni. Un gesto di fiducia, certamente piccolo, ma molto importante. Inoltre Laura Moulton, questo è il nome dell'ideatrice, chiede una foto con il libro scelto, che inserisce in www.streetbooks.org dove racconta anche le storie di vita di queste persone. Chi pensa che la promozione della lettura non abbia più possibilità di reinventarsi, anche in questo caso non conosce bene la realtà. E conoscerla, attraverso i libri, ci rende migliori.

Nessun commento:

Posta un commento