sabato 26 aprile 2014

La solita chiamata




E' accaduto ancora. Oggi sono stato in libreria per ritirare dei testi ordinati in precedenza. Scambio qualche opinione con la libraia, che conosco da tempo e che sa consigliarmi. Le chiedo cosa sta leggendo. Elogia Voltaire e il sul "Candido" raccomandandomelo caldamente. Penso che lo inizierò a breve, è già nella mia libreria che attende di essere scelto. Esco, prendo l'auto e mi dirigo per rifornirla di carburante. Nella breve attesa leggo qualche riga. Sto terminando "La versione di Barney" di Mordecai Richler.
Pagina 270:
"Il protagonista" ho detto a Shelley "è un Candide dei giorni nostri". "Candide?". "Ma si, dai, Voltaire". "E che è?.

Solita coincidenza che io mi ostino a considerare una chiamata. Ed è per questo che risponderò.

2 commenti:

  1. Fai bene a rispondere, "Candido" merita una lettura! Io l'ho letto addirittura nella sua lingua originale.
    E sono certa che è uno di quei libri che ti tornerà utile per qualche consiglio.

    RispondiElimina
  2. L'ho letto anch'io mi è piaciuto tanto

    RispondiElimina