domenica 20 ottobre 2013

In viaggio con Jane Austen

Andando con lo zoppo si impara a zoppicare? E andando con il lettore si impara a leggere!
Non vi accade mai di avere, tra i vostri libri, alcuni testi che sapete essere di pregio, ma senza decidervi a iniziarli? E cosa pensate sia ciò che fa presa in voi nel prendere questa decisione? Jane Austen è senza dubbio una tra le autrice più importanti di fine Diciottesimo secolo. Sono sempre stato desideroso di conoscerla meglio. Orgoglio e pregiudizio? Nella mia libreria ne ho due copie. Eppure non mi ha mai attirato abbastanza. Ma è bastato sentire dei lettori davvero appasionati e...zac, fiondato tra le pagine e...non riesco più a uscirne. Sembra impossibile. Tutte queste dame, matrimoni combinati, amori di altri tempi che elencati sembrano noiosissimi, nelle parole della Austen divengono motivo di entusiasmo. Perché? Non lo so. Continuerò il mio viaggio e ve lo farò sapere.

2 commenti:

  1. E' capitata la stessa cosa anche a me! Per anni è rimasto ad inpolverarsi nella libreria e poi un giorno mi capita per sbaglio fra le mani.. letto in meno di 3 giorni che per me vuol dire tutto d'un fiato.. e a chiedersi "come mai non l'ho letto prima?!"
    Credo sia per quella strana magia di cui parli spesso, che i libri li scegliamo ma a volte sono loro a cercarci... M.

    RispondiElimina
  2. Mi è capitata la stessa cosa e con la stessa autrice, sono alle prese con "Emma" e devo riconoscere alla scrittura della Austen uno stile coinvolgente, me ne accorgo perchè non amo particolarmente l'eccesso di dialoghi nei libri, ma qui non mi infastidisce e mi dà anzi l'impressione di essere seduta nello stesso salotto dei personaggi.

    RispondiElimina