giovedì 12 settembre 2013

Armiamoci di libri




Mi hanno colpito, le parole di Domenico Quirico, fino alla commozione. Centocinquantatre giorni di prigionia in Siria, tra stenti e umiliazioni. Fede e libri lo hanno salvato. Gli sono state tolte le scarpe, i vestiti, ma non i libri, considerati spregevoli e inutili. Per lui, invece, sono stati parte della propria salvezza. Remarque in particolare, e il suo "La via del ritorno". Un ritorno che fortunatamente c'è stato e che ci testimonia, come lo stesso Quirico afferma, che i libri sono l'arma più efficace.

Nessun commento:

Posta un commento