venerdì 16 agosto 2013

Denigrazione della lettura




La lettura pone in una condizione che i non lettori non riescono a concepire. Vi è mai capitato di essere "rimproverati" perché leggete troppo? Quante volte vi è stato fatto notare che sarebbe meglio se andaste a divertirsi anziché leggere? Credo, anzi, sono certo, che chi denigra la lettura non ne abbia mai sperimentato veramente gli effetti. Possedere la capacità di leggere non rende lettori. E se una persona non riesce a immergersi veramente in un libro non potrà mai capire il suo valore. Ognuno è libero di decidere se essere o meno un lettore, ma non di denigrare la lettura. Io non amo la motocross, ma non per questo critico chi la ama. Eppure vengo non di rado guardato con sufficienza per il mio amore per la letteratura. Chi ama la velocità si dedichi pure alla motocross. Ma mi lasci correre sul mio libro: andrò molto più lontano.

2 commenti:

  1. Come no!!!!!!!!!!!!!!
    Ho sofferto per questo soprattutto quando andavo in vacanza in montagna con i miei, venivo vista dagli altri vacanzieri come una ragazza ben strana che passava a leggere in giardino il dopo pranzo.
    E ancora, addirittura un mio vecchio collega mi disse un giorno, "MA NON TI ANNOI A LEGGERE COSI' TANTO"!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Rita

    RispondiElimina
  2. Assolutamente d'accordo. Pure a me capita di ricevere critiche di questo tipo. Anni fa mi infastidivano, oggi sono motivo di orgoglio!!

    RispondiElimina