martedì 16 agosto 2016

La ragazza che legge diventa donna...

20/02/2013


Al mio post su "Esci con una ragazza che legge" ha risposto un'amica con un pezzo che guarda più in là...


Una "ragazza che legge" ha sicuramente tanto da dire e da dare ma questa "ragazza che legge" cucina anche, lava, stira, lavora, è sempre innamorata della vita, è moglie/amante perfetta, è paziente, gentile, è sempre ordinata e ben curata, è generosa, è madre presente per i suoi figli (Tristano? Heathcliff? Siddharta? Dorian? Jane?Elisabeth?) figlia perfetta, amica ideale e pure creativa? Perchè altrimenti, non la vogliamo! E questo presunto uomo che si innamora di una ragazza che legge, che le regala libri, le legge poesie e se possibile le chiede di sposarla su una mongolfiera (?) sarà anche lui un "uomo che legge"?

Ho avuto un uomo che leggeva e che mi regalava libri a Natale e ai compleanni, che mi dedicava poesie (quiero hacer contigo lo che la primavera hace con los cerezos) e mi leggeva libri nella sera al tramonto...ma ho sposato un uomo che "non legge" (aaarghh) e che non sa chi è Neruda ma che vuoi, la vita è così, i libri ci insegnano "cose", viverle poi è un altra cosa.

Ma, come "donna che legge" (che ci prova per lo meno), non smetto mai di sognare... di fare una passeggiata nel Giardino Segreto assieme a Darcy e al giovane Werther a parlare per ore di Guerra e Pace magari con Anna Karenina e Tolstoj, di bere un caffè turco forte forte in un bar di Parigi assieme ai fratelli Malussenne a parlare di "portaerei", di fare l'Alchimista o di visitare i Castelli di rabbia o solcare l'Oceanomare assieme a Novecento (T.D.Lemon), di conoscere Elfi e Hobbit, di volare assieme al Piccolo Principe per vedere la sua rosa.... e via cosi. Fino alla prossima avventura....

Martina Belfi

Nessun commento:

Posta un commento