giovedì 6 luglio 2017

Nome in codice: Jolanta (9-)


25/01/2013

Giornata della memoria e, quindi, settimana della lettura sulla Shoah. Almeno per me. E un libro splendido su questo argomento e semisconosciuto che ho apprezzato è Nome in codice Jolanta, scritto da Anna Mieszkowska. E' la biografia di Irena Sendler, donna coraggiosa che salvò circa 2500 bambini dalla deportazione, facendoli uscire segretamente dal ghetto di Varsavia e affidandoli a famiglie ariane e a istituti. Il libro è particolarmente pregiato per la ricchezza di fonti bibliografiche e per l'accuratezza con cui vengono inclusi i nomi dei tanti che hanno affiancato Irena Sendler nella sua impresa. Un modo per guardare la Shoah da un angolo differente: accanto alla crudeltà di cui sono stati capaci tante persone, molte altre hanno dimostrato un coraggio incredibile. Ecco perché, anche dopo tanto dolore nel mondo, si può ancora sperare.

Nessun commento:

Posta un commento