giovedì 11 agosto 2016

Leggere per essere Uomini

 27/12/2012

Scrive il noto psichiatra Raffaele Morelli:
"Perché i maschi leggono poco?...Guardiamo i giovani maschi di oggi : sono pietrificati, burattini dei videogiochi, della Playstation, della palestra. Per leggere bisogna avere fantasia...uscire dal convenzionale...Investire soldi per far leggere i maschi e' un antidoto al bullismo, alla violenza, alla paura della solitudine."
Ho molto apprezzato questo intervento perché fa chiarezza sul ruolo vero della lettura. Continuo a studiare ricerche sulla Biblioterapia che altro non è che l'uso delle risorse della lettura, risorse mai riconosciute. Leggere non è un semplice passatempo, ma un modo per sviluppare cervello e sentimenti. La strada verso la diffusione e l'apprezzamento della lettura e' ancora lunga. Ma soprattutto quanti ci credono veramente?

3 commenti:

  1. Qui in Italia ci credono in pochi, ma questo non è un buon motivo per arrendersi.
    Concordo anche io con l'intervento citato,ma mi permetto di aggiungere che anche tra le donne si trovano esemplari simili a quelli descritti.

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, ma credo che la via maestra rimanga la lettura. C'è poi molto altro naturalmente, parlare delle'educazione dei giovani non è semplice e non si può ridurre a questo. Però i miei figli mi hanno ricordato che per loro e' stato importante avere un padre che leggesse per loro. Quindi rimane anche la necessità di stimolare alla lettura gli adulti, affinché siano loro stessi a essere incisivi sulle nuove generazioni.

    RispondiElimina
  3. Assolutamente vero, anche la mia passione per la lettura è stata imitata/incoraggiata in famiglia. E sicuramente la lettura aiuta l'educazione...

    RispondiElimina