venerdì 12 febbraio 2016

Biblioteche fantasiose: il Bibliomulo


Può una biblioteca stare sul dorso di un mulo? In Venezuela un un gruppo di studenti dell’Università Valle del Momboy ha avviato un servizio bibliotecario che fa circolare attraverso un mulo. Vi sono zone rurali in questo Stato talmente isolate e con strade così disagiate da rendere difficili i collegamenti delle popolazioni con città più grandi e irrimediabilmente arduo la possibilità di trasferire mezzi e idee in loco. È facile immaginare come gli abitanti di questi paesi abbiano risorse limitate e opportunità inesistenti. Un mulo è stata l'idea semplice, ma geniale per superare tutti questi ostacoli. La cultura non ha bisogno di sontuose sedi per essere davvero utile. E i principali destinatari del servizio, che  sono i bambini, hanno diritto di accedervi a ogni costo. 
Un simpatico modo, questo del bibliomulo, per combattere l’analfabetismo, promuovere l’istruzione tra i più poveri e dare un'opportunità alle nuove generazioni.

1 commento:

  1. Ma dove le trovi queste cose così cooooooooooooooool???????????????????????!!!!!!!!!!

    Rita

    RispondiElimina