sabato 21 novembre 2015

Miracoli dei libri

Non so bene come giudicare la notizia che Emiliano Fittipaldi e Gianluigi Nuzzi sono stati rinviati a giudizio dal magistrato vaticano con il rischio di una pena che può arrivare a otto anni di carcere. I libri Avarizia e Via Crucis sono rispettivamente del primo e del secondo autore citati, che hanno pubblicato un resoconto del malaffare vigente in Vaticano da tempo. E' chiaro che la chiesa ne è indispettita. Ma, per assurdo, tutto ciò riavvicina le persone alla fede. Scrive nell'introduzione del suo libro Gianluigi Nuzzi:
"Questo non è un libro in difesa del papa ma un'analisi giornalistica dei gravi problemi che affliggono la Chiesa, generati da una nomenclatura ecclesiastica e da centri di potere nemici di ogni cambiamento". 
In realtà sta accadendo proprio questo: attraverso la denuncia di questi libri è chiarita la dura lotta per la riforma della Chiesa che Papa Francesco sta portando avanti. Certo, per i non credenti la cosa si riduce a un'analisi critica della politica vaticana, che tuttavia non è meno interessante da leggere. Otto anni di prigione per riportare all'ovile tante pecorelle smarrite e soddisfare la curiosità degli amanti delle vicende vaticane? Se non fosse preoccupante per la libertà di stampa, apparirebbe un miracolo che i libri riescono a compiere.

Nessun commento:

Posta un commento