martedì 1 aprile 2014

Storia di una ladra di libri: voto?




Questa sera sono stato al cinema per vedere "Storia di una ladra di libri". Ho atteso con ansia di poter confrontare il film con il libro. Credo che la speranza di trovare sensazioni simili a quelle provate con la lettura abbia contribuito a farmi dare un giudizio abbastanza positivo del film. Ovviamente è incompleto: quale prodotto cinematografico o televisivo tratto da un libro non lo è? Certamente "Storia di una ladra di libri" merita di essere visto, anche se non posso dire che sia eccezionale. Eppure la presenza del valore dei libri e della parola ne fa un prodotto di pregio, così come la capacità di parlare dell'epoca nazista senza soffermarsi e spingere all'eccesso la rappresentazione del macabro. Film per tutti, incomprensibile per quanti non amano la lettura: consiglio loro un bel film d'azione.

1 commento:

  1. Ho appena letto il libro...uno di quei libri che avrei voluto non finisse mai! Questo rapporto che lega Liesel alle parole e le consente di comprenderne l'importanza e il beneficio è qualcosa di veramente straordinario. Non ho ancora visto il film, lo guarderò...ma credo che nulla potrà sostituirsi alle sensazioni che regala il libro.

    RispondiElimina