giovedì 6 febbraio 2014

Mai dimenticare di ringraziare




Ancora poco, la fine di questa benedetta tesi è vicina. Sono felice al pensiero di tutte le cose che potrò fare: libri da leggere, sistemare, catalogare e scoprire. La mia stanza dei libri potrò finalmente terminarla. Mi manca anche la scala per raggiungere quelli più alti e che magari ho scordato.So già che non sono pochi quelli che ho comprato e dimenticato. Ritrovarli è sempre entusiasmante, provo la palpitazione di un incontro inaspettato e gradito. E poi ho tutte le idee che mi frullano per la mente da progettare e realizzare.
Per prima cosa però devo trovare il tempo per stare di più con mia moglie, o prima o poi deciderà, giustamente, di fracassarmi la testa con un bel tomo pesante. So di aver fatto un buon lavoro in questi anni all'università: la triennale già conseguita, la magistrale che otterrò a breve, i progetti realizzati, e tante altre cose che mi sfuggono. Ma una cosa non mi sfugge: la consapevolezza che almeno la metà di questa laurea l'ho ottenuta per merito suo.

3 commenti:

  1. Che bella dichiarazione! Ma non credere di cavartela così, sarà necessario che le dedichi tempo...

    RispondiElimina
  2. Dietro ad un grande uomo c'è sempre una grande donna! ;-) M.

    RispondiElimina
  3. Marco ..come sempre riesci a commuovermi e ..sì lo ammetto, sono un po' invidiosa di tua moglie...non è da tutte ricevere delle dichiarazioni d'Amore di questo livello!...sicuramente è perché se lo merita!
    ciao
    elisa

    RispondiElimina