sabato 2 febbraio 2013

Sintomi da libromania




Troppo stanco per dormire o abbastanza sveglio per leggere? Vi è mai capitato di andare a letto con la fissa di proseguire un libro? E di girarvi, inquieti nel letto, con il desiderio di riposare, ma con il pensiero di ciò che avreste potuto leggere? Ora sono più o meno così: ho letto, mi sono tolto la soddisfazione di raggiungere un punto del libro che non mi lasciasse troppi dubbi sulla prosecuzione e mi accingo a tornare con il capo sul guanciale. Qual é il problema? Che quell'eccitazione da libro mi manca, anche se mi procura l'insonnia. Mi sa che leggo ancora un po'...

3 commenti:

  1. Sì, mi capita e in quel caso continuo a leggere, anche se sarebbe molto meglio che questi attacchi mi venissero lontani dal momento del sonno.

    RispondiElimina
  2. Bellissimo, non potersi staccare dal libro. E' che alcuni sono dei veri e propri compagni di viaggio.
    O no?

    Rita

    RispondiElimina
  3. Assolutamente vero. Il bello è che con i libri i viaggi non finiscono mai, la sensazione che è sempre possibile ripetere un'esperienza simile con un altro libro diviene una sicurezza rassicurante.

    RispondiElimina