sabato 14 luglio 2012

La cultura è di destra o di sinistra?

Una notizia di cronaca piuttosto spiacevole, l'aggressione a Filippo Rossi, direttore del quotidiano online Il futurista, mi dà l'occasione di conoscere un evento culturale che proprio oggi termina. Si tratta di Caffeina Cultura, festival letterario che si tiene a Viterbo. E' iniziato il 29 giugno, quindi ha visto più di due settimane di programma fitto e ricco.
Domanda: la cultura e di destra o di sinistra?
Parlare di futurismo, come Rossi fa,  riporta a Marinetti, che certo non realizzò il progetto culturale che all'inizio sembrava promettere. Eppure quell'effervescenza culturale merita di essere apprezzata e studiata. Troppo spesso ci facciamo fermare dai preconcetti. E' una specie di autocensura.
Destra? Sinistra? Impariamo a conoscere, a studiare ogni tipo di idea, di cultura, di arte, ognuno poi deciderà.

1 commento:

  1. Mi viene in mente una divertente canzoncina di Gaber su cos'è di destra e cosa di sinistra...
    Il punto è che siamo scioccamente portati ad incasellare tutto, ma la cultura, come la scienza, dovrebbero essere un riflesso di libertà e dunque non assimilabili a nessuna bandiera.

    RispondiElimina