martedì 27 marzo 2012

Il ragazzo che amava Shakespeare (9)

Descrivere ciò che intendo per Biblioterapia è sempre difficile. Mi è stato consigliato un libro che ho iniziato a leggere da poco e che credo mi appartenga. Rappresenta bene ciò che faccio: usare i libri per approcciarmi alle persone, offrendo un momento creativo che riempia un vuoto o per vivere un momento che faccia crescere, dopo che quei libri hanno aiutato me. Toccante questa biografia di Bob Smith da cui si può imparare davvero molto.
Bob è un ragazzo che vive con una madre non molto equilibrata e una sorella disabile. Crescendo incontra il teatro di Shakespeare, che diventa la sua ancora di salvezza. La cornice narrativa è fatta dei laboratori letterari per anziani che Bob, diventato adulto, terrà con successo.
 C'è un problema però: questo è uno di quei libri da cui non ti vorresti mai staccare. E per uno come me, che di tempo ne ha sempre poco, è un problema davvero...

Nessun commento:

Posta un commento