venerdì 17 febbraio 2012

Alla ricerca di un nuovo nome

La difficoltà di far capire cosa sia esattamente la Biblioterapia l'ho già espressa più volte sui miei post. Gli psicologi temono possa invadere le loro competenze, gli utenti credono sia uno strumento per curare persone malate. Risultato? E' sempre più difficile parlarne e promuoverla. Non l'ho inventata io, esiste fior di letteratura scientifica che ne parla fin dal secondo decennio del Novecento. E lì non c'è confusione: la Biblioterapia è uno strumento per molti professionisti, i quali devono essere in grado di rimanere all'interno delle proprie competenze. E come tutto ciò che riguarda i libri, esistono modalità d'uso per migliorare la mente delle persone, non per curarle. Rimane il problema: trovare un nome alternativo che rilanci nel nostro Paese questo modo di utilizzare la letteratura. Bibliofilia? Bibliomania? Bibliotiamodamorire? Se qualcuno vuole cimentarsi con me è ben accetto.

1 commento:

  1. Ciao,
    non avevo mai sentito parlare di biblioterapia, ma mi sembra molto interessante e, da appassionata lettrice, credo possa davvero essere utile! Per quanto riguarda il nome, biblioterapia e bibliofilia mi piacevano, di diverso pensavo a questi:
    Bibliosofia-Biblioteoria-Biblioscopia-Biblioarmonia-Biblioritmia-Bibliotecnica
    Ciao,
    Monica

    RispondiElimina