martedì 21 giugno 2016

La filosofia della Biblioterapia

14/04/2011

Accade sempre più spesso che il libro viene elevato a cura. Leggo in questi giorni la recensione di un nuovo scritto che si propone proprio in questa veste. Si intitola La biblioteca delle donne di Erin Blakemore e ripercorre 12 romanzi famosi per affrontare domande attuali e quotidiane. Da Orgoglio e pregiudizio per arrivare a Il colore viola. E poi ancora Piccole donne, Via col vento e avanti, verso grandi libri che tutti avremmo dovuto leggere e che pochi di noi, invece, hanno saputo affrontare. Mi piace l'idea di creare una specie di manuale di Biblioterapia partendo da testi importanti. Ma basterà l'interpretazione dell'autrice? Il problema dei manuali di auto-aiuto (anche se questo libro non si presenta con questo intento dichiarato) è che manca l'interazione. Chi legge un'interpretazione può fermarsi solo a questo, senza poter presentare la propria idea e confrontarsi. Nonostante questo credo che l'inziativa sia molto utile: anche se la maggior parte delle lettrici (e perché no, anche dei lettori)non potrà inoltrasi oltre l'idea della scrittrice, certamente molti cercheranno le proprie risposte nei testi originali. Non è davvero poco!

Nessun commento:

Posta un commento