martedì 4 gennaio 2011

Non tutta la Biblioterapia è uguale


La psicoanalisi è stata sicuramente tra le prime scienze a rendersi conto dell'importanza della Biblioterapia. E dalle diverse branche della psicologia sono sorte due tipi di Biblioterapia:
la Biblioterapi Affettiva e la Biblioterapia Cognitiva. La Biblioterapia Affettiva fa riferimento alle idee di Freud, tende a cercare un cambiamento profondo nelle persone che tratta, e necessita sempre di un Biblioterapista che gestisca le attività; la Biblioterapia Cognitiva invece è legata alle idee della corrente psicologica di cui porta il nome e tende a dare maggior spazio ai manuali di auto-aiuto o comunque a libri che la persona possa usare in autonomia.
Qual è quella giusta e quale quella sbagliata? Non c'è una Biblioterapia giusta o una Biblioterapia sbagliata. Si tratta invece di comprendere di cosa hanno bisogno le persone che il biblioterapista si trova di fronte.

Nessun commento:

Posta un commento