giovedì 6 gennaio 2011

Biblioterapia e dolore


Voglio parlare in questo blog anche di libri, soprattutto di libri. La Biblioterapia come disciplina perde ogni significato se non parliamo della materia prima di cui si compone.
Un testo sicuramente utile per affrontare il problema del dolore nella malattia è il magnifico "L'ultima estate" di Cesarina Vighy. Scomparsa da poco, ci ha lasciato un'eredità letteraria incredibile. Il libro si legge in un soffio e lei riesce a parlarci di dolore con una leggerezza incredibile. E in questa leggerezza riesce a toccare anche argomenti spinosi e importanti, guardandoli da punti di vista inaspettati. Inoltre se la lettura di questo libro ci può dare tanto, tra quelle righe possiamo intravedere l'importanza della scrittura come strumento per chi soffre, come mezzo anch'esso della Biblioterapia. Perchè anche indurre a scrivere chi ne ha bisogno è un compito del biblioterapista.

Nessun commento:

Posta un commento